Quando il colon è irritato dalla menopausa

Home » Salute » Quando il colon è irritato dalla menopausa

Tra i 45 e i 55 anni la donna affronta una fase della propria vita che rappresenta non solo un naturale cambiamento  fisiologico, ma anche un’entrata cruciale nella terza età che cambia pian piano la fisionomia e l’organismo della donna provocando spesso più male che bene.

Menopausa: quando un cambiamento non è sinonimo di miglioramento

La menopausa è un cambiamento importante che la donna si trova ad affrontare a una certa età: gli ormoni femminili subiscono una mutazione naturale e fisiologica che causa la scomparsa del ciclo mestruale, per cui la donna si avvia pian piano verso la fase calante della sua vita ed è spesso costretta ad affrontare malanni e patologie legati proprio a questo cambiamento. Anche il colon e l’apparato gastrointestinale possono dar luogo a fastidiosi sintomi durante il periodo della menopausa, perché a risentire della mutazione degli ormoni sono tutti gli organi del corpo, che iniziano a funzionare in modo diverso rispetto a prima. La menopausa si caratterizza proprio perché gli estrogeni cambiano l’assetto generale del sistema fisiologico di una donna: i sintomi provocati con l’arrivo della menopausa possono essere diversi a seconda dell’organismo e dei livelli di estrogeni e progesterone presenti nel corpo. Ciò che subito si verifica durante questo periodo è un aumento della ritenzione dei liquidi, cui spesso si accompagna un assottigliamento della pelle, la secchezza delle mucose e un maggior assorbimento di liquidi a livello intestinale.

Quando il colon

In pratica, anche il colon, essendo un organo particolarmente sensibile ai cambiamenti, risente della menopausa e la sua attività diventa più pigra e lenta di quanto fosse precedentemente. Cosa significa che l’intestino assorbe più liquidi? Il compito del colon è quello di assorbire acqua e sostanze nutritive dagli alimenti producendo materiale di scarto che andrà spinto verso il retto per la sua naturale espulsione: in menopausa si verifica un maggior assorbimento dei liquidi che si traduce in una spinta delle pareti intestinale minore e in un rallentamento del transito intestinale che può causare la stitichezza. La minore funzionalità del colon determina un ristagno delle feci nella sua parte alta proprio a causa del rallentamento della peristalsi intestinale che non permette l’espulsione regolare delle scorie e delle tossine dall’organismo. Gli episodi di stipsi in menopausa possono diventare via via sempre più frequenti, soprattutto in coloro che non ne hanno mai sofferto prima, per questo per ovviare a questo fastidioso disturbo, molte sono le donne decidono di ricorrere alla pulizia del colon per stimolarne la corretta funzionalità e non soffrire più di stipsi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano
21