Probiotici: benefici clinici

Home » Senza categoria » Probiotici: benefici clinici

probiotici-benefici

I Probiotici possono essere componenti di alimenti sul mercato come latte fermentato o possono essere trovati in polvere o capsule.
Come beneficio per la salute, giocano di ruolo nel ridurre il rischio di varie malattie intestinali, le malattie cardiovascolari, il cancro, l’obesità e il diabete di tipo 2, aumentando il numero di bifidobatteri nel colon e il rafforzamento del sistema immunitario.
Recenti evidenze scientifiche hanno sottolineato il contributo della flora intestinale per il mantenimento della salute umana, tra cui effetto di antagonismo agli agenti patogeni, effetto barriera microbica e la modulazione della funzione immunitaria.
Sono considerati ceppi probiotici: Lactobacillus acidophilus MM53, casei Shirota, lactis B1, plantarum 299 V; LC1, rhamnosus GG, reuteri MM53, Saccharomyces Boulardi.
Tra gli effetti fisiologici esercitati dai probiotici si annoverano:

1. Concorrenza batterica e inibizione di batteri intestinali indesiderabili per la produzione di sostanze battericide (lactobacilli) inibendo, per esempio, Escherichia coli e Salmonella, o per adesione alla mucosa e moltiplicazione, competizione e inibendo l’attacco di patogeni.

2. Attivazione di immunità umorale e cellulare, poiché sembrano migliorare l’attività fagocitica, la sintesi di immunoglobuline (IgA) e l’attivazione dei linfociti T e B

3. Azione di vigilanza e anti-infiammatoria del Sistema Immunitario attraverso la riduzione di citochine, ridotta reazione di ipersensibilità e una maggiore attività fagocitaria.

4. Azione in barriera intestinale

5. Maggiore digeribilità del lattosio aumentando l’enzima beta-galattosidasi, che facilita l’assorbimento di lattosio.

Alla nascita la microflora intestinale, cioè la raccolta di batteri che vive normalmente nell’intestino di esseri umani, è sterile. Tuttavia, la colonizzazione batterica comincia a formarsi durante il parto e, a breve, altri microrganismi saranno introdotti con il cibo prima, acquisendo le sue caratteristiche principali a circa due anni di età e, successivamente, accompagnano l’uomo per il resto della vita.
L’alimentazione esclusiva con latte materno è riconosciuto come il modo migliore per proteggere il neonato dalle malattie infettive, una parte di tale protezione, probabilmente a causa dell’influenza che il latte materno ha sulla composizione del microbiota intestinale del neonato. I neonati alimentati con latte materno hanno flora fecale diversa da quelli alimentati con latte commerciale. I primi hanno una prevalenza di bifidobatteri e lattobacilli, mentre i secondi alimentati con formulazioni di latte hanno più coliformi e Bacteroides.
Negli ultimi anni, gli studi sui probiotici si sono ampliati notevolmente, ciascuno presentando una serie di vantaggi. Le caratteristiche funzionali e i vantaggi sono comuni a vari probiotici, ma i batteri lattici probiotici sono quelli meglio studiati, in particolare il Lactobacillus, il Bifidobacterium e lo Streptococcus.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano
21