L’importanza dei probiotici

Home » Alimentazione e benessere » L’importanza dei probiotici

perchè sono importanti i probiotici

Perchè i probiotici sono importanti?

Sul mercato sono disponibili varie combinazioni di ceppi diversi, anche se la maggior parte contiene le specie Lactobacillus acidophilus e Bifidobacterium bifidus. Questi fermenti lattici vivi si attivano per ricolonizzare l’intestino (aderenza alla mucosa intestinale) e ripristinare l’equilibrio della flora batterica. Consigliamo un consumo quotidiano di probiotici. I prebiotici sono componenti alimentari non digeribili che stimolano lo sviluppo e l’attività di certi batteri benefici per l’intestino. I frutti oligosaccaridi fanno parte di queste sostanze, che contengono zuccheri non utilizzabili dai batteri nocivi. Dal momento che sono indigeribili e fermentabili, si raccomanda di introdurli a piccole dosi per evitare sintomi gastro-intestinali (gas, diarrea, gonfiori, fastidi addominali). Sono anche presenti in certi alimenti: frumento, segale, banane, miele, pomodori, cicoria, porri, asparagi, carciofi, aglio e cipolle.

Gli enzimi digestivi provvedono alla digestione e all’assimilazione delle sostanze nutritive essenziali, assicurando inoltre l’eliminazione degli scarti metabolici. Gli enzimi indispensabili alla vita, svolgono varie funzioni nell’organismo: riducono e prevengono le infiammazioni, rafforzano il sistema immunitario, promuovono la circolazione sanguigna e ottimizzano il livello di energia o di resistenza. Una carenza di acido cloridrico ostacola l’assorbimento di nutrienti come calcio, ferro, acido folico e vitamina B6. Poiché questi sostengono il sistema immunologico di difesa e la riparazione cellulare, è essenziale ristabilire il tasso di acidità gastrica in caso di carenza.

Prima di assicurare la guarigione dell’intestino, l’organismo dovrà ricevere un livello ottimale di sostanze nutritive per soddisfare tutti i suoi bisogni vitali. Per la riparazione delle membrane intestinali sarà dunque necessario un apporto integrativo di sostanze nutritive per soddisfare tutti i suoi bisogni vitali. Per la riparazione delle membrane intestinali sarà dunque necessario un apporto integrativo di elementi nutritivi specifici. Tra questi troviamo la vitamina A, C ed E, l’acido pantotenico, lo zinco, l’aminoacido L-glutammina, l’antiossidante glutatione, i fitostetoli, il colostro e gli acidi grassi essenziali.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano
21