Le fibre che aiutano il colon

Home » Senza categoria » Le fibre che aiutano il colon

fibre per colon

La nostra alimentazione cosiddetta moderna non contiene abbastanza fibre perché gli alimenti raffinati ne comprendono poche. Non stupisce quindi che i disturbi digestivi, la stipsi e le emorroidi siano tanto diffusi. Si stima che l’americano medio consumi circa quindici grammi di fibre al giorno, quando ne sarebbero indicati dai trenta ai quaranta grammi.

L’alimentazione a base di fibre

Un’alimentazione variata, che comprenda frutta, verdura, cereali integrali (avena, riso integrale, orzo), semi, frutta secca a guscio e legumi risponde tranquillamente a queste esigenze. Tra le altre fonti di fibre vi sono semi di lino macinati, psillio, farina di guar e pectina. Alcuni cereali in commercio contengono una grande quantità di crusca di grano, che irrita inutilmente la mucosa dello stomaco e dell’intestino. E’ preferibile aumentare gradualmente il consumo di fibre, ossia cinque grammi alla settimana o secondo la tolleranza personale, per evitare gonfiori, flatulenze e fastidi addominali. Inoltre, dal momento che le fibre assorbono molta acqua occorre assicurarsi di bere almeno otto bicchieri d’acqua al giorno, per prevenire un’ostruzione del tubo digerente.

Data la grande capacità di assorbimento dei liquidi, certe fibre sono spesso assai efficaci per il trattamento della diarrea. Tra queste troviamo lo psillio, un seme mucillaginoso che contiene una grande quantità di fibre. In grado di assorbire varie volte il suo peso in liquidi, lo psillio aiuta a combattere la stipsi e a tenere sotto controllo la diarrea. Si tratta di un integratore da prendere in considerazione quando è necessario ridurre il tasso di colesterolo e di glucosio (diabete) nel sangue, alleviare i sintomi della colite ulcerosa, della sindrome del colon irritabile, delle emorroidi e della diverticolite o nella prevenzione del tumore al colon.

Varie ricerche, inoltre, indicano che un regime ricco di fibre può rappresentare un fattore di prevenzione contro i calcoli biliari, i polipi intestinali, l’appendicite, il tumore allo stomaco, al pancreas, al seno e alla prostata. E’ difficile stabilire con sicurezza se questi benefici provengano unicamente dalle fibre o da altri nutrienti associati a una dieta equilibrata. Tuttavia la cosa certa è che qualunque miglioramento di salute rappresenta un passo nella direzione giusta.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano
21