La dieta giusta? Non è uguale per tutti

Home » Alimentazione e benessere » La dieta giusta? Non è uguale per tutti

esiste una dieta giusta per tutti?

Esiste una dieta giusta per tutti?

Diciamolo chiaramente: gli alimenti non sono più quelli che erano al tempo dei nostri bisnonni. La nostra alimentazione moderna, condita di conservanti, coloranti, aromi e sapori artificiali non è senza peccato nella genesi delle malattie che minacciano il nostro benessere. Per non parlare poi dei pesticidi, degli erbicidi, degli insetticidi e dei metalli pesanti che si insinuano senza difficoltà nella catena alimentare attraverso l’aria, l’acqua e il suolo. Questi alimenti denaturati sono molto acidificanti e provocano irritazione e infiammazione delle mucose intestinali, che si manifestano con spasmi, bruciori, gonfiori e flatulenze. E’ giunto il momento di rendersi conto che il nostro modo di nutrirci altera lo stato dell’intestino. Inoltre, chi mai può dire se questa debolezza non si trasmetterà nel corredo genetico delle generazioni future?

Ma come trovare la strada tra i meandri delle varie diete moderne? In effetti, la scelta non manca di certo. Ci viene detto di evitare la carne rossa, perché una dieta a base di carne aumenta il rischio di tumore all’intestino; d’altro canto però, ci viene consigliato di mangiarne perché il suo alto tenore di ferro ci evita l’anemia spesso presente nei disturbi intestinali. Ci viene raccomandato di diventare vegetariani, anche se il nostro indebolito apparato digerente incontra difficoltà con certe fibre alimentari. Ci viene suggerito di mangiare yogurt con fermenti lattici senza pensare che forse siamo intolleranti al lattosio. Purtroppo non esiste nessuna dieta prestabilita che faccia bene a tutti. Nel momento in cui abbiamo a che fare con un problema intestinale, niente vale di più di un programma personalizzato che consenta comunque un certo margine di libertà per prove ed errori. Vediamo come procedere ed elaborare questo programma. Cominceremo con una visita medica completa per determinare una diagnosi ed eliminare le affezioni. Non ha importanza che l’origine dei sintomi sia malnutrizione cronica, ipersensibilità alimentare, esposizione agli xenobiotici (sostanze estranee tossiche per l’organismo umano come farmaci, pesticidi o metalli pesanti, disbiosi, infezioni intestinali o malattia infiammatoria dell’intestino: un supporto nutrizionale è assolutamente essenziale per riparare, rigenerare e guarire le mucose dell’intestino.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano
21