Introduzione

idrocolonterapiaL’idrocolonterapia è un trattamento medico che riguarda il colon. Trattamento d’origini antichissime (pare che già gli antichi Egizi effettuassero qualcosa di molto simile), l’idrocolonterapia serve a mantenere il colon in buono stato o a ridargli la sua regolare funzionalità.

Mediante un getto interno di acqua filtrata, canalizzato con un tubicino inserito per via anale, si effettua un lavaggio ed insieme un piccolo massaggio del colon, grazie ai quali si eliminano le tossine che si sono depositate sulle sue pareti.

La presenza di tossine, responsabili di disturbi più o meno lievi che possono avere ripercussioni sull’intero organismo, è dovuta ai residui di cibo e, nel tratto finale, di feci che non vengono espulsi dall’intestino e che quindi fermentano e si putrefanno.

Può succedere, ed è anzi molto frequente, che si formino residui nel colon per un numero considerevole di motivi. Prima di tutto per motivi legati direttamente all’alimentazione: dieta sregolata (eccessiva e/o ad intervalli di tempo irregolari), cattiva qualità del cibo consumato, ridotta idratazione e ridotto apporto di nutrienti sani. Gli stili di vita hanno anch’essi un enorme peso: l’assenza di movimento e l’indebolimento della flora batterica causata da abusi di farmaci compromettono la funzionalità del colon. Da non sottovalutare, infine, i fattori psicologici: stress, situazioni emotive difficili o negative, stati d’ansia.

Tutto questo, unito al fatto che il colon – ma l’intestino crasso in genere, quindi anche cieco e retto – è un organo cavo sacculato, quindi purtroppo particolarmente favorevole all’annidarsi di residui alimentari, compromette la salute e la buona funzionalità del colon.

Ecco perché, allora, lavare il colon e favorire la contrazione delle sue pareti permette l’eliminazione delle tossine intestinali, donando enorme giovamento alla salute del colon stesso e di tutto il corpo. L’acqua filtrata iniettata nel colon andrà a rimuovere residui alimentari e fecali: la pressione che essa esercita, infatti, li farà scollare e scivolare finalmente via mediante un secondo tubicino inserito insieme a quello dell’acqua. Il getto d’acqua, in più, in base alla variazione di temperatura opportunamente regolata farà in modo che le pareti del colon si rilassino e si contraggano in maniera ritmica: questo allenamento muscolare indotto farà recuperare tonicità alle pareti dell’intestino crasso.

Approfondisci:
Che cos’è l’idrocolonterapia
Come funziona
Risultati
I nostri dispositivi
Cenni storici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano