Dieta special K

Home » Senza categoria » Dieta special K

Vi piacciono i cereali vero? Se la risposta è affermativa sappiate che esiste una dieta in cui i protagonisti sono proprio loro!

Dieta special k, panoramica

dieta special k

Esistono diete dei tipi più svariati, e questa è cosa nota. Certo, alcuni approcci aliementari sono evidentemente poco equilibrati – celebre esempio è costituito dalla dieta del pompelmo o dello yogurt, per dire – ma ne esistono anche alcuni piuttosto salutari ma che non per questo rinunciano ad essere gustosi. La dieta special k è una dieta basata, si può facilmente intuire, proprio sui famosissimi cereali: vediamo insieme qual’è il razionale su cui si basa. Dunque, sappiamo tutti che il principale problema dello stare a stecchetto consiste non solo nel fatto che si mangia poco ma anche dal fatto che i cibi proposti spesso non sono proprio gustosissimi, giusto? La dieta special k nasce per via del fatto che in effetti una tazza di latte con dentro dei croccanti cereali è un piatto nutriente, salutare e dal buon sapore che piace più o meno a tutti: quindi perchè non usare questo alimento come stratagemma per una dieta? Detto, fatto: la dieta special k propone di assumere 30-45 grammi di cereali Special K abbinati ad una tazza (125 ml) di latte scremato sia a colazione che in un altro pasto, sia esso il pranzo o la cena, anche se probabilmente sarebbe meglio farlo a pranzo. E se siamo intolleranti, o peggio, allergici ai latticini? Basterà sostituire il normale latte con del latte di soia o del latte di riso, entrambi peraltro estremamente leggeri e facili da digerire.

Dieta special k, esempi pratici di porzioni

Se nella dieta special k due pasti al giorno sono costituiti appunto dalla famosa tazza di latte con i cereali, come ci si regola con il terzo pasto e, soprattutto, con gli spuntini? Kellog’s ha pensato chiaramente anche a questo. Il pranzo – o la cena – dovranno essere costituiti da un mix equilibrato di nutrienti conditi giusto con un filo d’olio a crudo: via libera dunque a fonti proteiche come uova, carne, pesce, legumi accompagnati magari da una fetta di pane integrale oppure pasta e riso, sempre integrali. Nella dieta special k gli spuntini sono permessi? La risposta, ovvia,  è si: a metà mattinata e a metà pomeriggio si consiglia di mangiare un frutto o un’ottima e saziante cruditè di verdure. Come in qualunque dieta davvero degna di questo nome non ci si è dimenticati nemmeno di regolamentare l’apporto idrico: tassativo assumere almeno 1.5 litri di acqua al giorno, importantissimi per idratarsi e disintossicarsi, evitando di buttarsi su bevande zuccherate e gasate, ree di appesantire non poco il fisico. A questo punto potremo domandarci, lecitamente, se la dieta special k sia una dieta che sia possibile seguire ininterrottamente per tutta la vita, e la risposta purtroppo è no. Come tutte le diete un minimo di sbilanciamento è comunque presente e dunque non si tratta di un programma alimentare che si raccomanda di seguire per più di due settimane: calibrate dunque bene i tempi con la prova costume!

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano
21