Dieta colite: cosa mangiare e cosa evitare

Home » Alimentazione e benessere » Dieta colite: cosa mangiare e cosa evitare

dieta colite

La colite non è una patologia curabile con interventi chirurgici o terapie mediche. E più un disturbo con cui convivere e da tenere a bada. Un aiuto per combatterla arriva dall’alimentazione, elemento fondamentale per mantenere in salute il colon e, in generale, tutto l’organismo. Mangiare bene non è certo una panacea per tutti i mali, soprattutto in caso di sindromi di parziale origine nervosa come la colite, ma è indubbio che una dieta sana sia la base primaria per restare in salute.

I principi di base

Il primo consiglio fondamentale è seguire una dieta ricca di acqua e fibre, due elementi che permettono di eliminare le scorie che potrebbero sedimentarsi nel colon; in più, i residui non digeribili dei vegetali tendono ad assorbire acqua, distendendo le pareti del colon e riducendo la loro contrazione nervosa, tipica degli attacchi di colite. Questa funzione è svolta dalle fibre insolubili contenute, soprattutto, nei cereali e in alcuni ortaggi. Dunque, l’unione tra fibre e acqua, da assumere in abbondanza, facilita l’evacuazione e riduce la formazione di gas, avendo come conseguenza anche la diminuzione dei dolori da colica. Da non dimenticare che l’assunzione esagerata di cereali integrali e verdure a foglia può portare a diarrea e ad altri disturbi intestinali, perciò occorre consumare tali alimenti con moderazione ed equilibrio. Infine, un’alimentazione ricca di grassi può aggravare i sintomi della sindrome da colon irritabile.

Gli alimenti consigliati e quelli sconsigliati

Una volta definiti i principi di base, si può passare a scegliere gli alimenti che più rispettano tali criteri, a cui si aggiungono altre indicazioni specifiche; ad esempio, la quantità di fibra totale non dovrebbe superare i 30 grammi al giorno. Via libera, dunque, a frutta e verdura, da assumere in abbondanza ma senza esagerare; per la colite sono indicati i cavoli, i carciofi, i cetrioli, le mele, le carote, le patate, i mirtilli e i finocchi; a questi, si possono aggiungere il polline, gli alimenti probiotici, l’olio di menta piperita e il lievito. L’importante è consumare prodotti di stagione, consiglio valido per tutti e non solo per coloro che soffrono di colite. Da escludere o da limitare, invece, i cibi grassi o zuccherati, le bibite gassate, i dolcificanti dietetici, la cipolla, l’aglio,il pepe e gli alimenti piccanti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano
21