Cosa sono i probiotici?

Home » Trattamenti » Cosa sono i probiotici?

cosa sono i probiotici?

Cosa sono i probiotici?

Vero motore dell’intestino e fattore essenziale per la salute dell’organismo, la flora batterica è molto spesso bistrattata dalla maggior parte delle persone: quando il Lactobacillus Acidophilus e il Bifidobacterium Bifidus, ovvero i principali componenti della flora intestinale, vengono a mancare, iniziano a proliferare i batteri “cattivi”, nemici dell’intestino. Il problema è che questi batteri, una volta proliferati, migrano attraverso il sangue e invadono anche gli altri organi del corpo, causando diverse infezioni e allergie, e compromettendo la capacità dell’organismo di produrre vitamina B e di assimilare il calcio. Per questi motivi, oggi si raccomanda, a fronte di un’alimentazione sana, di assumere anche i probiotici, che determinano effetti benefici sulla salute di tutto l’organismo.

Come integrare i probiotici?

Oggi anche dalla televisione arriva il messaggio forte e chiaro di quanto sia fondamentale l’azione dei probiotici per il nostro organismo, ma come riuscire a integrarli davvero nella dieta quotidiana? Di sicuro l’assunzione degli yogurt, ricchi di probiotici, non aiuta a risolvere il problema: in realtà, la presenza di latte e zucchero negli yogurt compromette le proprietà dei probiotici tanto da annullarne completamente l’effetto benefico, per questo gli yogurt non rappresentano decisamente il modo migliore per assumere probiotici. I medici raccomandano appositi integratori, in modo tale che i probiotici arrivino sani e genuini nell’intestino, ma anche qui ci sono dei requisiti che tali integratori dovrebbero soddisfare. La coltura liofilizzata di probiotici dovrebbe caratterizzarsi per una buona durata nel tempo, inoltre, una volta assunto l’integratore, i batteri dovrebbero poter resistere agli attacchi dei succhi gastrici  e alla zona alcalina dell’intestino, oltre ad attraversare immuni i sali biliari. Volendo ammettere che gli integratori di probiotici riescano a raggiungere l’intestino, dovrebbero attaccarsi alle pareti intestinali e competere con i batteri patogeni presenti, svolgendo al contempo anche la loro caratteristica attività nutrizionale e antimicrobica. Purtroppo, trovare integratori di probiotici così efficaci è davvero difficile. Uno studio, condotto da alcuni ricercatori statunitensi, ha dimostrato come l’unico ceppo batterico che soddisfi tutti i requisiti di cui sopra, è l’Acidophilus DDS-1, che riesce ad attraversare indenne i tratti acidi, alcalini e biliari dell’intestino. L’Acidophilus, inoltre, una volta nell’intestino, riesce a soppiantare i batteri patogeni presenti nella flora intestinale, oltre che a produrre adeguate quantità di enzimi e a svolgere una forte attività antimicrobica. Il motivo principale per cui proprio questo batterio riesca nell’impresa è dovuto al fatto che il DDS-1 è proprio il ceppo batterico presente nel nostro intestino. Quindi, attenzione agli integratori di probiotici che vi consigliano di assumere: è sempre meglio rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano
21