Come tenere pulito il colon

Home » Salute » Come tenere pulito il colon

Un soggetto su due soffre di stipsi a causa di un tipo di alimentazione e di uno stile di vita non troppo corretti che non aiutano un intestino troppo pigro a funzionare bene. Come fare per permettere al colon di non soffrire più e di lavorare al meglio?

Cos’è la stitichezza

Stitichezza è uno di quei termini che non piace troppo associare alla propria persona al punto che, anche se si soffre di stipsi, non si riescono o non si vogliono riconoscerne i sintomi, né si cerca di cambiare i propri comportamenti per favorire un buon funzionamento dell’apparato digerente. A soffrire in modo particolare di stitichezza sono le donne e gli over 65, ma in primo luogo cerchiamo di capire in cosa consiste la stitichezza. La stipsi è definita come un disturbo che si riscontra nell’eliminare in maniera regolare e quotidiana le scorie e i rifiuti prodotti dall’organismo. In pratica chi nota difficoltà nell’espellere e nello svuotare l’intestino dopo i pasti potrebbe soffrire di una leggera stitichezza. La frequenza dell’evacuazione in una persona che non soffre di stitichezza può variare dalle tre volte al giorno fino anche alle tre volte a settimana, per cui la stipsi si può percepire come una sorta di allarme da parte dell’organismo che vuole indicare che qualcosa non va.

Come aiutare il colon a funzionare bene

Molti la considerano una patologia, ma la stipsi tale non è, dato che si tratta di un disturbo temporaneo e accade di soffrirne anche a seconda del periodo che si vive. Per esempio, chi tende a somatizzare particolari situazioni stressanti è una persona che trattiene le emozioni a livello di pancia e ciò si potrebbe tradurre nel trattenere scorie e rifiuti dentro di sé, somatizzando lo stress e particolari sensazioni ed emozioni più estreme. Prima  o poi a tutti capita di soffrire di stitichezza anche perché magari si conduce un tipo di dieta sbagliata, o si tende a essere troppo sedentari mentre essere più attivi sportivamente potrebbe già cambiare in positivo la situazione, o anche per l’accumulo di stress che non si riesce  a sfogare in altro modo. Qualsiasi sia la situazione, va rimarcato che la costipazione è un disturbo temporaneo e che bisogna considerare grave nel momento in cui inizia a presentarsi frequentemente perché significa che è l’intestino a non funzionare più troppo bene. Nel caso in cui la stipsi fosse il preludio a qualcosa di più grave, è preferibile rivolgersi al proprio medico o a uno specialista che potrà prescrivere esami specifici per capire cosa non va nel colon, dato che in genere è proprio questo il tratto di intestino in cui si accumulano le scorie che l’organismo non riesce a eliminare: infatti, quando le pareti del colon si riempiono di ‘schifezze’ è il momento di intervenire sia con rimedi medici che naturali, ma sarà il medico a stabilire il tipo di intervento possibile.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano
21