Come funziona il colon?

Home » Salute » Come funziona il colon?

Forse non tutti sanno che l’apparato digerente è formato da un tratto terminale chiamato colon, di cui vengono distinte quattro parti ovvero il colon ascendente, il trasverso, il discendente e il sigma. Quindi il colon, insieme al cieco e al retto forma l’intestino crasso. Ma come funzione il colon?

Il colon: come preservarlo

Si sa che una cattiva alimentazione può debilitare le difese immunitarie e inficiare la funzionalità dell’apparato digerente: quando si assumono alimenti cattivi ovvero privi di qualsiasi tipo di proprietà nutritiva, si provocherà un mal funzionamento de colon e prima o poi, continuando a condurre un tipo di alimentazione ricca di grassi e zuccheri, si arriverà a causare una vera  propria inattività del colon per cui l’intestino si riempirà di tossine e di scarti perdendo quella sua funzione di assimilazione dei principi nutritivi degli alimenti. Questo porterà ben presto a un invecchiamento e alla senilità precoce: come poterlo evitare? Prima di tutto sarebbe meglio capire come funziona il colon e cosa può rimettere in sesto un apparato digerente che non funziona più troppo bene. Al suo interno il colon presenta i colibacilli, ovvero dei batteri buoni che fanno parte della flora intestinale e che hanno il compito di ripulire l’intestino dai batteri patogeni. La loro funzione quindi è quella di mantenere il giusto funzionamento dell’intestino per no rischiare di creare un ambiente tossico. Infatti se l’ambiente in cui tali batteri buoni agiscono è sano e pulito non si avrà alcun tipo di fermentazione o di putrefazione all’interno del colon, al contrario se i batteri cattivi riescono a proliferare nell’intestino creando un ambiente insano, tossine e scarti avranno la meglio causando non pochi disturbi all’apparato digerente.   In realtà, quando la flora intestinale è sana, il colon riesce a eliminare tutti gli scarti e le tossine e a compiere la propria missione, ecco perché è importante nutrirsi bene a tavola.

Rifiuti pericolosi e scorie tossiche dell’intestino

A volte anche la dieta migliore può servire a ben poco se l’ambiente del colon è compromesso da rifiuti: nel colon, infatti, si depositano anche tutte quelle cellule e quei tessuti che diventano inutili per il funzionamento dell’organismo umano e che vanno eliminati, ma se l’intestino e il colon non funzionano bene si rischia solamente di accumulare scarti su scarti che andranno a corrompere l’ambiente sano esistente diventando altamente tossici. Inutile dire che un colon ridotto in tal modo, ovvero non in grado di compiere la sua funzione, l’organismo finisce ben presto col risentirne per questo è necessario prendere gli adeguati provvedimenti quando si percepisce che l’organismo non ne può più di un’alimentazione disordinata e poco attenta. Patologie e disturbi che possono coinvolgere l’apparato digerente o più specificamente il colon: infatti, le malattie dell’intestino sono causate la maggior parte delle volte proprio perché non si è avuta la giusta attenzione verso la propria dieta e non ci si è preoccupato di liberare l’intestino da scorie e batteri che l’ hanno intasato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano
21