Com’è fatto l’intestino?

Home » Salute » Com’è fatto l’intestino?

Com'è fatto l'intestino?

L’intestino è il tratto distale del tubo digerente dallo sfintere pilorico all’apertura anale. L’intestino si suddivide in due segmenti principali: intestino tenue ed intestino crasso. L’intestino tenue è il primo tratto ed è dato, procedendo in senso cranio-caudale, dalle seguenti porzioni: duodeno, digiuno ed ileo. La lunghezza media dell’intestino tenue è di m. 7,50, ma può ridursi anche a m. 2,50 o superare i m. 9. La forma è tubolare, con calibro di 5 cm. nella parte prossimale, ridotto a 3 cm. in quella distale. Occupa, aggomitolandosi, la maggior parte della cavità peritoneale al disotto del fegato, dello stomaco e del colon trasverso. L’I. crasso è un tubo non calibrato, piú breve (m. 1,50-2), con diametro maggiore (7-8 cm.). Vi si distinguono i segmenti: cieco con l’appendice cecale, situato nella fossa iliaca destra; colon ascendente, che sale dalla fossa iliaca destra verso il fegato; colon trasverso, che taglia trasversalmente la cavità peritoneale da destra a sinistra; colon discendente, che scende sul lato sinistro verso la cavità pelvica; sigma, ampolla rettale e retto, che attraversano la cavità pelvica ed il piano perineale aprendosi all’esterno nello sfintere anale. Circa la struttura anatomica e la funzione digestiva dei vàri tratti dell’intestino.

L’anatomia patologica dell’intestino considera i seguenti capitoli:

a) alterazioni circolatorie, tra cui rientrano: l’iperemia, lesione semplice che si ha in  tutte le condizioni di irritazione e flogosi della mucosa intestinale; l’emorragia, da lesioni ulcerative della mucosa dell’intestino o da diatesi emorragica; le varici, rare e congenite; l’occlusione arteriosa embolica o trombotica di un ramo dell’arteria meseraica (forma grave a genesi non sempre chiara, causa di necrosi e gangrena di un tratto dell’intestino con sintomatologia intestinale acuta, prognosi severa e necessità d’immediato intervento chirurgico);

b) alterazioni regressive, tra le quali si cita in specie l’atrofia della mucosa da processi infiammatori cronici; rare invece nell’intestino le lesioni ulcerative non infiammatorie;

c) alterazioni infiammatorie (enterite, colera, tifo, tubercolosi intestinale, ecc.);

d) tumori, che hanno importanza per la loro relativa frequenza e per la grave sintomatologia occlusiva da essi talora derivante. Tra i tumori benigni citiamo: lipomi, fibrolipomi, emangiomi, neuromi, polipi multipli; tra i maligni, il carcinoma, con localizzazione in prevalenza rettale, colica o duodenale, ed il sarcoma (di riscontro piú raro). Eccezionali i tumori metastatici secondari dell’intestino;

e) disturbi di sede e canalizzazione, tra cui: enteroptosi o spostamento in basso di tutta la matassa intestinale; volvolo, o torsione di un tratto mobile dell’intestino, su una aderenza o sul meso; invaginamento, o penetrazione di un tratto dell’intestino in quello immediatamente successivo; stenosi, da compressione per aderenze, tumori od organi tumefatti; ileo meccanico od occlusione provocata da un tumore o da qualsiasi corpo estraneo; infine ileo paralitico per completa atonia della muscolatura delle pareti dell’intestino;

f) corpi estranei, che possono essere di varia natura, dai piú bizzarri oggetti deglutiti (noccioli, spilli, chiodi, capelli, ecc.), a calcoli biliari, ad essudati delle pareti intestinali stesse, a parassiti animali. In genere i corpi estranei presenti in intestino, dopo un soggiorno piú o meno lungo, vengono eliminati per le vie naturali. Possibile però il loro arresto in un tratto ristretto con conseguente irritazione della mucosa, stenosi ed eccezionalmente occlusione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano
21