Come è composta la flora intestinale povera?

Home » Salute » Come è composta la flora intestinale povera?

la flora intestinale povera

Le sostanze morbigene, di cui l’uomo prova maggiore disgu­sto, sono le stesse lavorate dai batteri presenti nell’intestino, nel quale possono e devono proliferare. Nelle viscere dell’americano medio c’è una preponderanza di batteri nemici che può raggiungere una percentuale pari all’ 1′ 85%. Il bacillus coli è considerato, fra gli altri, il “re di questa corte”, in quanto provoca le reazioni più offensive. L’oc­casione di averlo come ospite oggi è facilitata dalle abitudini dietetiche e dalla qualità dei cibi che utilizziamo.

La flatulenza è prodotta prevalentemente da queste forme mi­crobiche. Le loro reazioni chimiche sono pericolose e molto tossiche per la salute. Anche in piccolissime quantità, posso­no provocare strane reazioni organiche, causando disarmonia e un calo della forza vitale. Sono un pericolo per i batteri be­nefici, costantemente impegnati nella demolizione e nella riorganizzazione del tessuto.

Generalmente l’intestino è un ambiente ideale per la riprodu­zione di questi microrganismi. Involontariamente, con il nostro stile di vita, abbiamo fornito il terreno per la loro diffusione. In sostanza, attraverso l’utilizzo della tecnologia, l’uomo occi­dentale ha adulterato il suo cibo, che non favorisce i batteri amici, ma nutre quelli patologici.

Il bacillus coli preferisce un ambiente alcalino, con proteine a colazione, pranzo e cena. Un ambiente scuro, caldo e umi­do, ideale per crescere. Le proteine indigeste, che raggiungo­no il colon, sono il cibo migliore per questi batteri e su di es­se prosperano. In tal modo li nutriamo e promuoviamo la loro crescita, specialmente con il consumo di carne. Quando si in­staurano tali condizioni e si protraggono a lungo, apriamo le porte a questi ospiti. Essi possono provocare le malattie cro­niche più tenaci che l’uomo conosca. Non sono quindi ospiti graditi. Prendono sempre più di quanto si dà loro e non pa­gano mai l’affitto. Non è facile sfrattarli e molto spesso cer­cano di impadronirsi dell’intera casa.

Come possiamo evitare tutto ciò? Idealmente, non dovremmo mai giungere a questa situazione e i nostri genitori dovrebbe­ro insegnarci l’igiene intestinale dall’infanzia. Dovrebbe es­sere una materia di conoscenza comune e una responsabilità del nostro governo renderla parte del sistema educativo. Van­no evitate le pratiche e i processi che contribuiscono ad in­staurare uno stato degenerativo, mentre vanno rieducate quel­le che favoriscono gli abusi. Fino a quando questi concetti non verranno compresi, dovremo affrontare i problemi nel migliore dei modi, secondo la nostra convinzione e la nostra moralità. Possiamo cominciare con una disintossicazione to­tale del tessuto, nella misura in cui questo metodo è progre­dito. Rimuovere le sostanze tossiche dall’organismo non è un compito facile. Richiede lavoro, perseveranza e buona vo­lontà per liberare ciò che è vecchio ‘e accogliere il nuovo. I digiuni, le diete alternative, i clisteri, i lavaggi del colon, le erbe, i massaggi e tutte le tecniche’ per riportare benessere, tentano in un modo o nell’altro di fare la stessa cosa, libera­re cioè l’organismo da alcune sostanze indesiderate, prodotte da un atteggiamento negativo, da spasticità muscolare o, in particolare, da un accumulo. Tutto ciò genera una disarmonia organica. La pulizia viscerale, in qualsiasi programma, è un elemento essenziale per un benessere duraturo. I residui tos­sici devono essere rimossi il più rapidamente possibile per fermare la spirale discendente verso la malattia.

Otterremo i migliori risultati: (1) rimuovendo l’accumulo di materiale fecale dall’intestino; (2) cambiando la dieta, che genera tossine, con una eliminativa e disintossicante; (3) di­giunando; (4) ripulendo il colon con dei clisteri o irrigazioni; (5) liberando la mente dai vecchi schemi abituali. Questi prin­cipi dettati dal buon senso vanno trattati seguendo un certo ordine, ma non è tutto. Procedere lentamente, ma con sicu­rezza nella giusta direzione è il metodo migliore per avere successo. Non tentate di fare tutto in una volta. Un eccessivo e repentino cambiamento causa disorientamento: un disturbo conosciuto come ansia per ciò che accadrà. Sarà un’esperienza migliore circondarvi di persone positive, ben informate su queste cose e che hanno a cuore le vostre condizioni. Un coniuge o un genitore che non collabora può essere uno dei maggiori ostacoli a un buon risultato perché tutto ciò richiede profondi cambiamenti di vita. Molta gente rinuncia piuttosto che cambiare e per il resto della vita subirà le conseguenze della propria decisione.

Una volta che l’intossicazione al colon, con la depurazione, l’evacuazione e la correzione della dieta, sarà stata eliminata, l’organismo comincerà a reagire ripulendo in profondità tutti i tessuti.

La reazione eliminativa, favorita dalla disintossicazione, da una nutrizione corretta e vitale e da un atteggiamento mentale diverso, è una parte essenziale del processo di risanamento. Come questo processo avanza, la casa si prepara a ricevere nuovi ospiti. Lentamente, ma con certezza e con un costante incoraggiamento, la flora intestinale si modificherà. L’ambien­te putrefattivo, inizialmente alcalino e altamente proteico, cam­bierà in uno più confortevole e pulito, dove regna pace e ar­monia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano
21