Alla scoperta del kamut

Home » Alimentazione e benessere » Alla scoperta del kamut

benessere del colon e kamut

Tra gli alimenti che contribuiscono a favorire il benessere del colon, ne troviamo uno che ha fatto l’ingresso nelle tavole degli italiani, ben poche a dir la verità, solo negli ultimi anni. Stiamo parlando del kamut, soprannominato il grano del faraone, in quanto si narra di un presunto ritrovamento in una tomba egizia. Quale che sia la sua origine, resta indubbio che si tratta di un cereale molto salutare.

Le caratteristiche del kamut

Il kamut è un alimento indicato per chi ha difficoltà a digerire i prodotti cerealicoli, ma non per chi è intollerante al glutine, componente di cui questo cereale è ricchissimo. Grazie all’elevato contenuto di questa proteina, il kamut è adatto ai processi di pastificazione, perciò da suoi chicchi si può ottenere una pasta di qualità superiore rispetto a quella di grano duro. Il kamut è facilmente digeribile e ha un gusto piuttosto dolce, al punto che non necessita di essere zuccherato; inoltre, è molto energetico e il suo apporto è pari a 335 calorie per 100 grammi. Questo cereale è composto da un 17% di proteine, un 70% di carboidrati e solo da un 2% di grassi; tuttavia, rispetto ad altri prodotti cerealicoli, contiene meno fibre, la cui percentuale si attesta intorno al 2%, come per i lipidi. Poi, contiene discrete quantità di fosforo, magnesio e potassio. Infine, contiene vitamine, come la niacina e la E, ed è una ricca fonte di approvvigionamento di amminoacidi, come l’arginina e l’acido aspartico.

I benefici sul colon

Il kamut è ricco di proprietà benefiche, tra cui una certa influenza sul benessere del colon, soprattutto, perché causa una bassissima fermentazione intestinale. Per questo motivo, non solo è efficace nel ridurre la sindrome da colon irritabile e nel contrastare altri disturbi intestinali, ma è anche indicato per i soggetti diabetici, grazie anche al basso indice glicemico e all’alto potere saziante. Il benessere del colon è solo uno degli aspetti influenzati dal kamut. Parte dei suoi effetti benefici arrivano dalla quantità di selenio che contiene, un minerale che contrasta i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare, salvaguardando, al contempo, l’apparato cardio-vascolare.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano
21