ALLA RICERCA DEL LACTOBACILLUS ACIDOPHIL US

Home » Medical » ALLA RICERCA DEL LACTOBACILLUS ACIDOPHIL US

ALLA RICERCA DEL LACTOBACILLUS ACIDOPHIL US

La storia ci racconta che l’uomo ha goduto dei benefici di un cibo particolare, rinomato per la qualità e le sostanze che contiene. In parte, provvede a nutrire sotto ogni aspetto la sa­lute umana; dona resistenza, vitalità, forza, longevità e gioia di vivere. Agisce in modo meraviglioso sul sistema digestivo, favorendo la buona qualità di un intestino sano. Questo cibo è il latte fermentato. Nel latte, l’azione batterica
produce una reazione chimica che ne digerisce le sostanze e lo rende ideale per il corpo umano. I batteri che innescano questa reazione sono conosciuti come lactobacillus, acidophilus, bulgaricus, brevius e saliveria. Ce ne sono altri, ma questi so­no i più diffusi.

Sono i batteri amici e forniscono all’organismo sorprendenti qualità. In primo luogo, dove questi prolificano, non si dif­fondono o non possono farlo altre specie.

Gli acidophilus prendono questo nome dal fatto che amano un ambiente acido.

Un ambiente intestinale in tale condizione è una delle mi­gliori difese contro i batteri nemici.

Quando forniamo un ambiente favorevole all’acidophilus, eliminiamo contemporaneamente la riproduzione di quello adatto al bacillus coli.

In questo modo, il processo mira a ristabilire le necessità na­turali di l’actobacillus acidophilus.

Tale condizione intestinale è la sola dalla quale l’uomo può ottenere la salute migliore e, mantenendola, potrà incammi­narsi nel sentiero del benessere e della vitalità.

Quando affermo che vogliamo ristabilire la necessaria pre­senza naturale di acidophilus, intendo sottolineare che ciò av­viene normalmente alla nascita.

Nel latte materno c’è una sostanza conosciuta come colostro, che favorisce la prima azione peristaltica intestinale nel na­scituro. A causa del lattosio, o zucchero del latte che contie­ne, esso genera nel colon un ambiente acido.

Quando una madre nutre il suo bambino al seno, gli dà la mi­gliore possibilità di iniziare la vita in buona salute.

Il primo batterio entrerà nel suo tratto digestivo poche ore do­po la nascita ed è questo insediamento che influenzerà la sua crescita per il resto della vita.

Se il colon sarà in una condizione acida, favorito dal latte materno, 1′acidophilus lo colonizzerà espandendosi; se invece si troverà in una condizione alcalina o neutra, l’ ambiente sarà più adatto alla diffusione del bacillus coli.

Il lattosio del latte materno ha la qualità, unica nel suo gene­re, di essere metabolizzato lentamente dall’organismo, rag­giungendo ancora integro il colon e favorendo la nutrizione dei batteri acidophilus.

Altri tipi di latte privano il colon di questo nutrimento e quin­di determinano l’organizzazione del bacillus coli: l’inizio del­la malattia. Chiedete in giro e confrontate i malanni fra le per­sone che sono state nutrite al seno e le altre.

Anche se un individuo ha la fortuna di poter iniziare la sua vi­ta con questa benedizione naturale, non è garantita la sua inte­grità futura. Può prodursi facilmente una defoliazione. Partico­lari carenze nelle abitudini dietetiche provocano la distruzione dell’ambiente adatto all’acidophilus. Anche gli antibiotici cau­sano gravi danni.

Il batterio acidophilus ha un rapporto simbiotico con il corpo umano. È un buon pensionante, paga sempre 1′ affitto in anti­cipo e fa molto di più di quanto gli spetta.

Quando ci prendiamo cura dell’intestino, provvediamo auto­maticamente a dare il benvenuto a quei batteri che favorisco­no la vita e che sono essenziali per una buona salute. Fra le altre cose, questi forniscono preziosi metaboliti nutrizionali all’ organismo, da utilizzare nella ricostruzione e nel mante­nimento della salute.

Ad esempio, porzioni di vitamina del complesso B, enzimi, amminoacidi essenziali e un più efficiente assorbimento di calcio, fosforo e magnesio.

Questi batteri sono responsabili della sintesi di certe vitami­ne. Mantengono un ambiente sfavorevole al bacillus coli. Contribuiscono in molti modi ad una buona salute, anche se non è stato ancora accertato scientificamente.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Stress

Lo sapevi che lo stress è una delle principali cause della sindrome del colon irritabile?

Intolleranze

Lo sapevi che, spesso, il meteorismo è dovuto alla presenza di intolleranze alimentari?

Sedentarietà

Lo sapevi che una vita sedentaria induce atonia delle pareti intestinali e, di conseguenza, stipsi?

Dimagrimento

Lo sapevi che l'idrocolonterapia, abbinata ad una dieta ricca di fibre, favorisce il dimagrimento?
Mens sana in colon sano
21